ringraziamenti e dediche

<home

GRAZIE A (in aggiornamento):

mia madre, mio padre, mia sorella, zia Angela, zia Marianna, Flavio, Donato e tutto il parentame. Valentina, Michelina, Emanuele, Emanuela, Cricri Ale e tutti i Durante, Elisabetta Marino, Peppe, Marco, Simone e tutti gli amici di università. Giulia. Francesco, Marco, Vito, i vari Domenico, Vincenzo e tutti gli amici del paesello. gli amici di Sostanze di Roma, la saletta Peppino Impastato di Palazzo, la gelateria Smile della romanina, Roberto Andrea e i vari componenti del/dei gruppo/i. Nicol, Walter, Antonio, Chiara, Lorella e tutti gli amici del cet Basilicata 2010. Peppino Impastato, Ludovico, Franco, Yann e tutti gli altri. i vicini che mi sopportano. e chi continua ad esserci, nonostante tutto e nonostante sia una brutta persona pesante e logorroica 🙂

per le foto e le copertine: Valentina Sansone, Angela Potenza, Luca Colaneri, Marta Lattanzi, Cristina Durante

per il sito: Stefano Ginella, Massimo Coloso, Giuseppe Sorce, Simone Di Marzio



DEDICHE (in aggiornamento): 

attese – a lucio fontana

eli – a elisabetta marino

cento passi tra il bene e il male – a peppino impastato

e poi, addormentarsi – a emily dickinson e michael nyman

l’ultima danza estiva – a franco battiato

yann – a yann tiersen

orgoglioso di essere tuo amico – a e.b.

l’insoddisfazione di Meg – a m.s.

Simone – a s.d.m.

i tuoi occhioni dolci – a m.l.

la canzone dell’aria (il sole e il serpente) – a edo e kika

profumi d’incanto – a c.d.

non ti scorderò mai più – a a.d.

rosso fuoco, parte prima – a e.m.

stella – a m.m.

flavio, mio cugino – a f.m.

paolo – a p.a.

labbra di miele – a r.m.

nicol e il noir – a n.r.

rebecca – a r.d.

verde smeraldo, martina – a a.m.c.

gli occhi di Alice – a a.p.

tra tre anni – alla speranza

sii felice, i.r.m.m., scusa, ti sto pensando, valentina, racchiusa in sette note, priscilla, strapparti dal soffitto, è stato bello riabbracciarti, non Vale, un altro, con Valentina accanto, un braccio verso il cielo, sei solo un sogno, non te ne andare, una strana favola, niente più, riempire di nulla, le cose non dette di marzo, ruta e aquilegia, vergognarsi di se stessi, te ne voglio e te ne vorrò, come fossi qui ancora ad ascoltarmi, il tempo allarga le distanze, due a gruppi di due – a v.s.


<home

Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on Twitter
Loading Facebook Comments ...

Rispondi